Code block formatting with CSS

· jekyll, css

I link interni consentono di costruire la relazione tra le varie note.

Non ho mai pensato di utilizzare Tmux, davvero molto utile, “mangia” un po’ di schermo ma rende tutto molto più semplice.

Devo cambiare il colore del cursore con questo tema di Vim. Vediamo come fare.

Questi sono alcuni esempi di link interni a note che sono poi diventati post del blog.

È interessante come sia riuscito a costruire un workflow che sincronizza tutto, gli strumenti finalmente ci sono. Devo solo a questo punto utilizzarli.

Ho il solo dubbio se tenere il sito su netlify oppure sul server linux su cui sviluppo. Forse sul server ha senso la sola versione di prova.

Si meglio tenere le cose separata, peraltro se utilizzo:

bundle exec jekyll serve --host=indirizzo ip pubblico

posso avere un server di test senza installare apache o ngnix.

Vediamo se utilizzando TexTastic si verifica ancora il problema dei file duplicati, succedeva con iCloud probabilmente sul server Linux no.

Vediamo.

markdown test page css hacks you may not know

Sto scrivendo con Working Copy

<!DOCTYPE html>
<html>
  <body>
   <h1>My First Heading</h1>
   <p>My first paragraph.</p>
  </body>
</html>

Deciso approccio più minimale.

Bene, vediamo se riesco a consolidare il workflow. Il problema potrebbe essere le modalità in cui iAWriter salva il file, se ne salva più versioni mi troverò n file corrispondenti a tutte le versioni salvate.

Per ora sembra funzionare. Anche se potrebbe non essere necessario tenere attivo un aggiornamento live del sito, posso tranquillamente utilizzare l’anteprima e pubblicare una volta che ho finito di scrivere ed editare. Comunque così sembra funzionare.

È un po’ frustrante questa toolbar che continua a spuntare qui sotto.